Manutenzione motori fuoribordo

La manutenzione del motore di ogni barca deve essere organizzata regolarmente, al fine di garantirne il funzionamento in totale sicurezza. Una barca curata e ben mantenuta avrà sicuramente, nel lungo periodo, vita e prestazioni al di sopra delle aspettative.

La manutenzione essenziale va oltre la semplice ispezione visiva: va effettuata una revisione prima di ogni partenza per evitare problemi una volta che ci si trova in mare aperto.

Per una conservazione ottimale, l’impianto del carburante deve essere controllato almeno una volta l’anno e prima di ogni spostamento importante. È importante rivolgersi sempre a professionisti del settore per un controllo accurato ed esaustivo. Ma ci sono anche dei piccoli accorgimenti che può valutare il proprietario della barca da solo.

La manutenzione dei motori fuori bordo

Il motore posizionato fuoribordo è esposto in modo diretto ad agenti esterni quali l’acqua di mare/dolce, il sale e il vento e quindi è importante riservargli una particolare attenzione.

Per ben conservare il motore fuoribordo, per prima cosa, è bene disporre una manutenzione dopo ogni uscita in acqua: si consiglia di prendere la buona abitudine di sciacquare tutto il motore con acqua dolce per togliere eventuali tracce di salsedine.

Ma, come per tutti i motori, anche la manutenzione annuale dei fuoribordo va affidata ai professionisti, seguendo le raccomandazioni e la frequenza indicati dalla casa costruttrice.

Infatti, alla fine di ogni stagione di navigazione, occorre programmare il rimessaggio invernale, ovvero una serie di operazioni di manutenzione ordinaria a cui vanno aggiunti interventi di manutenzione straordinaria del motore per prepararlo al lungo periodo di inattività.

Dopo aver effettuato le consuete operazioni di manutenzione ordinaria, che ricordiamo qui di seguito:

  • Sciacquare il motore con acqua dolce e farlo girare almeno 15 minuti a bassa velocità per rimuovere il sale;
  • Verificare che l’acqua all’interno della pompa scorra in abbondanza;
  • Controllare i livelli di olio e lubrificare il motore con maggiore attenzione sulle sue parti mobili;
  • Rimuovere la calotta del motore per accertarsi che tutte le componenti siano in buono stato e che non ci siano perdite.

Occorre eseguire la manutenzione straordinaria, che prevede il controllo delle candele e lubrificare i cilindri e la verifica del filtro della benzina con l’eventuale sostituzione qualora non sia integro, e controllo della girante della pompa acqua che va in ogni caso sostituita ogni anno

Importante è inoltre il controllo con eventuale sostituzione degli anodi, delle placchette di metallo grigio e poroso almeno ogni anno, o non appena si presentano consumate.

Tutte le parti elettroniche vanno protette con spray speciali.

Per maggiori informazioni sulla manutenzione del tuo fuoribordo o per richiedere un preventivo:

    Acconsento al trattamento dei dati secondo quanto previsto dalla privacy policy